20.03.2020

Lettera del Presidente COPMA


Anche COPMA è in trincea direttamente al fianco dei medici, degli infermieri, di ogni altro operatore sanitario, della Protezione Civile e delle Forze dell’Ordine. Come sempre siamo coloro che, con discrezione e tanta professionalità, assicuriamo il mantenimento delle indispensabili condizioni igieniche degli Ospedali nei quali siamo chiamati a operare. 

Oggi più che mai dobbiamo assicurare agli operatori della Sanità che dietro di loro ci siamo pure noi, che la nostra parte non mancheremo di farla, che anche noi non lasceremo nessuno da solo e, alla fine, saremo orgogliosi di aver fatto tutto quanto il nostro dovere sociale e professionale richiedeva venisse fatto. 

Potremo dire ai nostri figli e ai nostri nipoti che in quel momento noi c’eravamo e che la solidarietà di tutti ha sconfitto il male che diversamente avrebbe travolto pure noi e prima di noi i più deboli e quelli con meno mezzi e possibilità. 

Lo sforzo organizzativo che la nostra Cooperativa sta compiendo in questi giorni con tutti i propri Lavoratori, Soci, operatori tecnici e ogni altra parte della nostra organizzazione, è di straordinaria portata. 

Stiamo ricercando in ogni dove, mezzi di protezione individuale e prodotti per la disinfezione che sembrano essere spariti ma, con il supporto delle Istituzioni prontamente da noi coinvolte, sono certo che potremo reperirne altri per metterli a vostra disposizione senza creare difficoltà. Per tutto questo ci sentiamo di ringraziarvi tutti dal profondo del nostro cuore, orgogliosi di voi e di COPMA che in ogni momento non ha mai mancato di contraddistinguersi sul piano sociale, mettendo in campo tutta la professionalità di cui possiamo disporre, con lo spirito di solidarietà che marcatamente caratterizza il nostro essere cooperativa. 

Un enorme grazie per tutto quello che state facendo anche da parte di tutti quei pazienti la cui vita è posta in serio pericolo da questo nemico invisibile e così tanto pericoloso. 

Ce la faremo! Andrà tutto bene!

IL PRESIDENTE
Alberto Rodolfi